Il vicino di casa: qualche consiglio per evitare discussioni e antipatie.

Alzi la mano chi non ha mai avuto una discussione con un vicino di casa! Nei casi più estremi, poi, le discussioni degenerano in liti, e le liti finiscono spesso in tribunale. Casi limite a parte, non sempre è facile mantenere buoni rapporti di vicinato. Tuttavia la convivenza pacifica non è un traguardo irraggiungibile; è sufficiente rispettare alcune fondamentali regole di educazione, civiltà e buon senso.

Prima regola: presentati. Quando ti trasferisci in un nuovo quartiere, il primo passo per instaurare buoni rapporti di vicinato è quello di presentarti ai tuoi vicini di casa. Loro potranno darti consigli e informazioni utili sul nuovo quartiere, mentre tu potrai farti un’idea sulla nuova comunità e capire come comportarti per essere bene accolto.

Non esagerare con il rumore. Uno dei principali motivi di litigio tra vicini è l’eccesso di rumore. Cerca perciò di fare attenzione, a volte basta soltanto un po’ di tatto.Ad esempio: evita di tenere radio, stereo e televisione a un volume troppo elevato, soprattutto alla sera tardi, al mattino molto presto oppure nel primo pomeriggio del week end, quando i rumori diventano particolarmente molesti per chi è solito schiacciare un pisolino. Un consiglio: sistema tv e casse dello stereo lontane dai muri che separano il tuo appartamento da quello del vicino.Se devi effettuare qualche lavoro di casa, evita di farlo nelle ore in cui le persone potrebbero riposare. Sarebbe inoltre buona cosa avvisare i vicini per prevenire possibili lamentele. L’educazione e il rispetto pagano sempre.Se hai un cane che abbaia in continuazione, il discorso si complica. Quando un cane abbaia c’è sempre un motivo, perciò è inutile – e crudele – punirlo per farlo smettere. Se si tratta di un vizio persistente che ti ha già causato problemi in passato, la cosa migliore che tu possa fare è contattare un addestratore che insegni al tuo cane ad abbaiare meno.

Non litigare per il parcheggio. Parcheggia la tua auto all’interno delle apposite strisce e rispetta la segnaletica stradale. In altri termini evita di parcheggiare a pettine, in doppia fila o in spazi che non potresti occupare. Ricorda che la strada appartiene a tutti e il posteggio di fronte a casa tua non ti spetta di diritto. Se poi le abitazioni dei tuoi vicini hanno un cancello o un vialetto d’accesso, non ingombrare il passaggio con la tua auto o altre cose di tua proprietà. Potresti disporli molto male nei tuoi confronti.

Rispetta le tue cose e rispetterai anche gli altri. Contribuisci al decoro e all’ordine del condominio o del contesto nel quale vai ad abitare. Per un rapporto di buon vicinato, rispetta la comunità seguendo alcune regole di convivenza civile, per esempio: non lasciare in giro i sacchetti della spazzatura, sistema i giocattoli di tuo figlio sparpagliati in giardino, rispetta gli spazi comuni.

Non fare l’orso. Quando esci di casa e incroci un tuo vicino, ricordati che è buona norma salutare. Se hai tempo, puoi anche fermati a scambiare due parole. Sarebbe una buona idea partecipare a qualche iniziativa promossa dalla comunità, accettare l’invito a una festa o a una cena tra vicini oppure organizzare tu stesso qualcosa per creare una buona relazione. Insomma, non disdegnare quelle occasioni di vita sociale che potrebbero aiutarti a conoscere i tuoi nuovi vicini, a farti nuovi amici e a mantenere con loro buoni rapporti.

Dare per ricevere. Può capitare che un vicino abbia bisogno del tuo aiuto. Potrebbe ad esempio chiederti di ritirare a nome suo una missiva importante mentre si trova al lavoro, oppure di dargli una mano per far ripartire l’auto in panne. Non è solo un discorso di cortesia, ma anche un’opportunità per rapportarsi e predisporre l’altro a ricambiare il favore in futuro.

Fonte: Agesi.tv

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la Vostra esperienza e offrire servizi in linea con le Vostre preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Leggi l'informativa.
Leggi l'informativa